Vero o Falso - Parte II

Il mio recente scritto "PENSIERI E PAROLE" ha sollecitato discussioni in alcuni forum. 
Le argomentazioni degli intervenuti hanno riguardato quasi esclusivamente la mia prima provocazione "Vero o falso?", mentre le altre due (molto più serie), non hanno apparentemente ispirato commenti. 

Visto l' interesse suscitato dal "Vero o falso", aggiungo alcune considerazioni. 

Il punto non è quanto il doping migliori le prestazioni atletiche (5%, 15%, 40%), ma quanto l' esposizione e diffusione mediatica di informazioni clamorose (e false) da parte di Autorità Competenti non faccia altro che incoraggiare e divulgare il doping, specie a livello amatoriale, ma non solo. 

Quando "Striscia la Notizia", Eugenio Capodacqua, o altri, riportano notizie (false) su come sia facile eludere i test, di quante sostanze non siano ricercate o rintracciabili e così via, in realtà non fanno altro che indurre gli atleti a pensare che i rivali concorrenti che li precedono nell' ordine di arrivo facciano uso di chissà quali "nuove sostanze", cioè siano "tutti dopati". 
Questo "tarlo mentale" di fatto li induce a cercare l' aiuto farmacologico. 

- NON ESISTONO sostanze esogene che non siano RINTRACCIABILI. 

- NON ESISTONO sostanze mascheranti che non siano a loro volta RINTRACCIABILI. 

- Perfino il DOPING GENETICO è DIMOSTRABILE. 

Il vero problema sono i CONTROLLI e chi li gestisce. 

Ma anche questa è un' altra storia.

04 Dic 2010