Tour de France 2014

Se sono veri i dati (cyclingpro.it) della prestazione di Vincenzo Nibali nella 5a tappa da lui dominata sul pavè e sugli avversari diretti, è interessante fare alcune considerazioni sui numeri riportati.

3h19' a 285 w medi corrispondono a circa 3600 Kcal.

Nella tappa Nibali ha pedalato approssimativamente:

- 75’ a 180w medi = 800 Kcal  
- 34’ a 260w medi = 530 Kcal  
- 26’ a 320w medi = 510 Kcal  
- 24’ a 390w medi = 560 Kcal
- 17’ a 450w medi = 460 kcal
- 16’ a 530w medi = 500 Kcal
- 8’ oltre 600w = 290 kcal

Di questo dispendio calorico, 65’ (da 390w medi in su) sono stati ottenuti, vista la intensità, dai soli CHO per un totale di 1810 Kcal = 450g di glicogeno.
Altri 60’ (da 260w medi a 320w medi) derivano dal mix di circa 70% CHO – 30% grassi, con un ulteriore consumo di 180g di glicogeno.
I rimanenti 75’ a 180w medi bruciano un mix 50% CHO – 50% grassi, con ancora 100g di glicogeno bruciati.
Un totale di 730g di glicogeno presuppongono una supersaturazione dei depositi muscolari ed epatici difficili da realizzare in un atleta di 63 kg nelle poche ore che separano due tappe al TdF. 
Da qui l’ ipotesi che Nibali abbia espresso in realtà una elevatissima POTENZA LIPIDICA che gli ha consentito di consumare meno glicogeno di quanto sopra calcolato.

Dalle potenze medie espresse (41 min oltre i 450w) si può immaginare una AT4 di almeno 440w, pari a 6.98 w/kg, assumendo un peso di 63 kg. 

15 Lug 2014