TdF 2008 - Le Alpi

Salendo verso Prato Nevoso (11.4 km al 6.9%) il più brillante sembra Denis Menchov, che scatta ripetutamente, scivola a terra in una curva a causa della pioggia, rientra troppo velocemente sui migliori, scatta ancora 3-4 volte, ma poi paga la fiammata adrenalinica, perdendo 20" negli ultimi 500m, in evidente black-out ipoglicemico.
I più veloci nella scalata sono il sorprendente austriaco Kohl e Carlos Sastre: 1640 m/h la loro VAM.

Il giorno seguente bella impresa atletica di Stefan Schumacher, a lungo in fuga solitaria, che scala il Col de la Lombarde (21 km al 7%) a 1545 m/h, per poi essere ripreso solo a 2 km dalla cima del successivo Col de la Bonette (26km al 6.2%).

La CSC domina la corsa con netta superiorità sugli altri team: troppo soli nei momenti cruciali sia Evans che Menchov, mentre la squadra di Rijs è presente sempre con almeno 3 corridori, Sastre e i fratelli Schleck.

Nella tappa di oggi Fabian Cancellara seleziona il gruppo sulla Croix de Fer (29 km di salita al 5.2%): quando finalmente si sposta a 5km dalla vetta , sono rimasti meno di 20 corridori.
Rientrerà quasi subito nella succesiva discesa per poi tirare ancora a fondo fino ai piedi dell' Alpe d' Huez.
Dopo meno di un km della mitica salita Carlos Sastre saluta tutti: stravince con oltre 2' di vantaggio sul gruppo dei migliori.
39'40" il suo tempo di scalata, pari a 1720m/h.

Partita ancora aperta per il podio di Parigi; deciderà la crono, ma attenzione alla tappa di domani. A S. Etienne nel 1990, Claudio Chiappucci perse il Tour.

23 Lug 2008