TdF 2005 - Prima Tappa

04 Lug 2005

E’ stata una cronometro per “big guys”: il percorso piatto e pressoche’ privo di curve ha favorito i corridori di oltre 70 kg di peso, che hanno occupato tutti i primi posti della classifica.

Levi Leipheimer, quattordicesimo a 1’13” da Zabriskie, e’ stato il migliore dei corridori di 60 kg, e sicuramente lo vedremo protagonista in montagna.
Jan Ullrich ha risentito dell’ incidente di venerdi’: sfondare con la testa il lunotto posteriore di un auto non puo’ non avere conseguenze sulla colonna vertebrale e dunque sulla fluidita’ muscolare.

Resta il fatto che Jan sembra sempre troppo grosso e muscolato ad ogni inizio di Tour de France.
Lance ha disputato una ottima crono, con un ideale equilibrio tra potenza e cadenza di pedalata: ha ceduto meno di 2” al superbo Zabriskie che, pur essendo partito in orario differente, si conferma grande rivelazione nelle corse contro il tempo.

Hincapie e Vinokourov confermano i loro progressi a cronometro, mentre Ivan Basso e’ solo 9” piu’ veloce di Savoldelli: entrambi hanno corso il Giro d’ Italia ed in quella occasione il divario tra i due, nei tratti in pianura, era stato piu’ rilevante, a favore di Ivan.

Quattro corridori USA nelle prime 6 posizioni, con Julich undicesimo e Leipheimer quattordicesimo, e’ un risultato che deve far riflettere il ciclismo europeo, che, soprattutto a livello giovanile, snobba le gare contro il tempo, selezionando atleti con altre qualita’.