Hb & OFFs: varianza individuale

Come sappiamo, per la valutazione dei dati del Passaporto Biologico, l’ UCI ha adottato valori di varianza individuale (within subject) universali, cioè uguali per tutti, fissati a priori: per Hb = 28.22, per OFFs = 71.74. 
Questi valori sono stati decisi nel 2006, in un meeting WADA, da un gruppo di “esperti in ematologia e blood doping”. 

25 ciclisti professionisti hanno fornito volontariamente i risultati dei loro test del Passaporto Biologico: 

Come si vede in Tabella, ciascun ciclista è stato sottoposto in media a 19 test, e i valori medi di Hb=148 e OFFs=93 sono in linea con quelli forniti dall’ UCI e Autori del Passaporto Biologico (Haematologica 2006;91 : 356-363). 
Per Hb la media delle varianze individuali è risultata = 32.6, leggermente superiore a quella universale fissata a 28.22, ma tutto sommato i due valori sono simili. 
Ma se analizziamo i valori individuali di Hb-variance, notiamo grandi differenze, con variazioni comprese tra 6.7 e 71.7 . 
Dunque ci sono atleti i cui valori di Hb oscillano di più e altri atleti i cui valori oscillano di meno: se nei calcoli per la valutazione dei dati del Passaporto Biologico si utilizza una varianza universale = 28.22, gli atleti che oscillano di più (cioè che presentano una Hb-variance individuale più alta) sono maggiormente a rischio di “anomalie”. 

La osservazione è ancora più evidente per le OFF-variance: il valore medio dei 25 ciclisti è risultato = 101.0, nettamente superiore al valore universale fissato a 71.74. 
Se poi analizziamo i valori individuali le differenze sono clamorose: da 36.9 a 177.0! 
Ovvio che i soggetti che presentano le maggiori oscillazioni sono a maggior rischio di contestazioni nell’ ambito di un Passaporto Biologico che utilizzi una varianza universale fissata a 71.74. 

Dunque nei calcoli dei dati del Passaporto Biologico a mio parere andrebbe utilizzata la Varianza individuale di quell’ atleta, come del resto suggerito dagli stessi “ Padri Fondatori” del Passaporto (Haematologica, 2006;91:356-363). Questo ridurrebbe la possibilità di “falsi positivi” e di contestazioni in sede legale.

26 Ott 2010