Giro 2011 - Tappa dell'Etna

Sei minuti e ventotto secondi ha impiegato Alberto Contador a percorrere i tre chilometri, tra i -6 e i -3 km all’ arrivo, alla media di 28.1 km/h.

La VAM = 1821m/h sulla pendenza media del 6.5% ha richiesto una potenza media di 6.87 w/kg, pari a 426 watts assumendo un peso di 62 kg.

La salita era disturbata da un forte vento e dunque probabilmente la potenza espressa da Contador è stata superiore, anche se è difficile dire di quanto.

Se poi consideriamo che la prestazione è stata ottenuta ad un’ altitudine di 1500m, dove la pressione parziale di ossigeno nell’ aria è ridotta del 19% rispetto al livello del mare, la performance di Alberto in quel tratto è una delle migliori registrate negli ultimi anni.

Nei tre chilometri considerati Contador ha guadagnato 57” sugli inseguitori, cioè 19” al km.
Il gruppetto dei migliori che inseguiva ad una velocità media di 24.3 km/h, ha espresso una potenza del 15.6% inferiore, pari a 5.79 w/kg.

Rujano ha resistito a lungo a ruota di Contador, risparmiando a questa velocità circa 50 watt ed esprimendo una potenza media di 6.06 w/kg, pari a 327 watt (assumendo un peso di 54 kg).

Negli ultimi 3 km di gara Alberto non ha più guadagnato sugli inseguitori, suggerendo che la straordinaria prestazione nei 3 km precedenti è stata ottenuta anche con una notevole partecipazione anaerobica lattacida, pur aggiunta ad una Potenza aerobica eccezionale. 

16 Mag 2011