Giro 2005 - 13a Tappa

218 km di corsa, 80 dei quali in salita, per un dislivello complessivo di 5500m: un dispendio energetico di 5000-7000 kcal, a seconda del peso dell' atleta.
Alimentazione in corsa ed idratazione (oggi faceva anche piùttosto caldo) fattori più che mai determinanti.

Dunque molto bravo è stato Ivan Basso a nascondere il suo malessere allo stomaco e a mascherare la sua reale condizione fino alla salita finale, limitando così il suo ritardo sul traguardo a poco più di un minuto.

Riuscirà a recuperare in meno di 20 ore?
Non mi è sembrato completamente vuoto all' arrivo, per cui se l' origine del malessere è stata occasionale e passeggera potrebbe riuscire a rigenerare le riserve di glicogeno e a reidratarsi adeguatamente.

Sarebbe interessante chiedere alla WADA se nel suo caso l' utilizzo di fleboclisi sia da considerarsi pratica dopante... 

21 Mag 2005