Passaporto Biologico & Altro

02 Dic 2008

I dati che seguono sono stati raccolti a Losanna, dalla Commissione Medica UCI, su un ciclista professionista, dal 29 al 31 marzo 1999. 
L' atleta è stato sottoposto per tre giorni successivi a tre prelievi di sangue effettuati ad orari diversi (ore 8, ore 12, ore 16). 
Ogni campione è stato dosato in doppio, in rapida successione. 

Data: 29.3.99 

- Ore 8.00 - 
Hct: 45.4 Hb :15.9  
- Ore 12.00 - 
Hct: 44.1 Hb: 15.6 
- Ore 16.00 - 
Hct: 45.5 Hb: 16.0 

Data: 30.3.99 

- Ore 8.00 - 
Hct: 46.1 Hb: 16.2  
- Ore 12.00 - 
Hct: 45.8 Hb: 16.2  
- Ore 16.00 - 
Hct: 46.0 Hb: 16.2 

Data: 31.3.99 

- Ore 8.00 - 
Hct: 48.2 Hb: 17.0 
- Ore 12.00 - 
Hct: 49.2 Hb: 15.9  
- Ore 16.00 - 
Hct: 47.2 Hb: 15.3 


L' ematocrito (hct) nell' arco dei tre giorni mostra una variazione dell' 11.5% (da 44.1 del 29.3.99 a 49.2 del 31.3.99). 
L' emoglobina (Hb) ha mostrato una variazione dell' 11.1% nello stesso giorno (da 17.0 g/dl alle ore 8 a 15.3g/dl alle ore 16 del 31.3.99), mentre nell' arco dei tre giorni la variazione è stata del 9% (da 15.6 del 29.3.99 a 17.0 del 31.3.99). 

Posso assicurare che simili variazioni sono di comune riscontro in atleti di alto livello, in relazione alle variazioni di volume plasmatico (PV), legate alla idratazione, alimentazione e attività fisica. 

Uno studio francese recentissimo (Int.J.Hematol. 2008;88:362-368), finanziato dalla WADA, sostiene che variazioni di hct superiori al 6% e/o di Hb superiori al 4% sono "abnormal" (e dunque indicative di manipolazioni ematologiche), se comprese in un arco temporale di 15 giorni. 

Un altro studio, forse più realistico, (Haematologica 2005;91:1006-1007) conclude che variazioni di Hb superiori al 15% osservate nell' imminenza di competizioni importanti potrebbe essere indicativa di manipolazione ematica. 

L' introduzione del PASSAPORTO BIOLOGICO dovrebbe aiutare a dirimere la questione della variabilità dei parametri ematologici nel singolo atleta. 
Il criterio statistico utilizzato (Haematologica 2006;91:356-363) utilizza una formula per calcolare uno "Z-score" per Hb e OFF-hr (indice di stimolazione che considera Hb e reticolociti). 

Questa formula si basa sul calcolo individuale della VARIANZA, che è un indice della variabilità dei valori di un certo parametro. 

Questa valutazione STATISTICA definisce due soglie di sospetto: 
- una prima con una possibilità di errore 1 su 500, se il risultato dello Z-score è maggiore o uguale a 3.09 
- una seconda con una possibilità di errore di 1 su 50, se Z-score è maggiore o uguale a 2.33 o inferiore a -2.33. 

Gli Autori propongono una sanzione di "NO START" nel primo caso, mentre qualificano come "SUSPICIOUS" la seconda evenienza, con indicazione di stretto monitoraggio dell' atleta in questione. 
Vedremo come si comporterà l' UCI: a tutt' oggi non è stato comunicato quali criteri e sanzioni saranno applicati. 

Utilizzando il criterio del Passaporto Biologico alle variazioni di Hb misurate (nell' arco di soli tre giorni) nel nostro ciclista nel 1999, risulterebbe un NO-START per valori di Hb superiori o uguali a 17.4 g/dl, mentre una Hb uguale o superiore a 17.1 o inferiore a 14.9 sarebbe sufficiente a classificare l' atleta come SUSPICIOUS. 

 - PIZZA TEST - 

Sei ciclisti hanno controllato i valori di Hb alle 9 del mattino e hanno ripetuto la stessa misurazione il giorno dopo, avendo cenato con una pizza al prosciutto la sera prima. 
I risultati sono stati: 


I° test - II° test 

Atleta 1: 16.8 - 15.3 (-9.8%) 
Atleta 2: 15.5 - 14.5 (-6.8%) 
Atleta 3: 14.2 - 13.7 (-3.6%) 
Atleta 4: 15.3 - 14.0 (-9.2%) 
Atleta 5: 14.6 - 13.2 (-10.6%) 
Atleta 6: 16.0 - 15.1 (-5.9%) 

media I° Test: 15.4; media II° Test: 14.3 (-7.6%) 

CRAZY NUMBERS.... 

" Per principio rifiuto di sottopormi a tali controlli... non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi" . 
Jacques Anquetil (L'Equipe, 4 maggio 1966).